loader
   +39 3804316553    info@immobiliarelelogge.it    viale Trieste 13 Massa

Comodato d’uso, cos'è e quando deve essere registrato?

Comodato d’uso, cos'è e quando deve essere registrato?

Comodato d’uso, cos'è e quando deve essere registrato?
07 Feb
Affitti e Locazioni

Il comodato è il contratto mediante il quale una parte (il comodante) consegna ad un'altra (il comodatario) una cosa mobile o un immobile, affinché se ne serva per un tempo o per un uso determinato con l'obbligo di restituirlo.

In altre parole, può capitare che il proprietario di una casa, ad esempio, decida di darla in prestito per un certo periodo, o comunque per il tempo necessario al suo effettivo utilizzo, a una persona fidata senza chiedere nulla in cambio.

Ed è proprio la mancanza di un compenso per l’utilizzo del bene la differenza principale tra il comodato d'uso a titolo gratuito e la locazione o l'affitto, che invece prevedono il pagamento di un canone.

Questo tipo di accordo temporaneo può essere stipulato anche verbalmente e in genere non c'è l'obbligo di redigere formalmente un contratto.

Nonostante ciò, quando si parla di beni immobili, è sempre meglio dare forma ufficiale agli accordi presi mettendoli nero su bianco.

Inoltre esistono alcuni casi in cui registrare il comodato d'uso è obbligatorio. Vediamo quali sono e come effettuare la registrazione.

Quando è obbligatoria la registrazione del contratto di comodato d’uso?

Come spiega l’Agenzia delle Entrate, il comodato di un bene immobile va registrato:

  • entro 20 giorni dalla data dell'atto, se è stato redatto in forma scritta;

  • se il contratto è verbale, solo se viene citato in un altro atto sottoposto a registrazione.

La registrazione del contratto di comodato gratuito è necessaria anche nel caso in cui si desideri beneficiare di specifiche agevolazioni fiscali, come ad esempio i bonus edilizi.

Come effettuare la registrazione?

Come abbiamo detto, la registrazione deve essere effettuata entro 20 giorni dalla stipula del contratto presso un ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate, dietro pagamento di un’imposta di registro, in modo da certificare l’inizio del contratto stesso con la data apposta con il timbro.

Per registrare il contratto di comodato d’uso servono:

  • due copie del contratto da registrare con firme in originale;

  • il modello 69 compilato, firmato e sottoscritto da chi richiede la registrazione dell'atto;

  • una marca da bollo da 16 euro ogni quattro facciate e, comunque, ogni cento righe; chi lo volesse, anziché acquistare le marche da bollo presso un tabacchi, potrà in alternativa pagare il bollo attraverso il modello F24 utilizzando il codice tributo 1552 (imposta di bollo);

  • il versamento dell’imposta di registro pari a 200 euro tramite modello F24 (con codice tributo 1550);

  • le fotocopie dei documenti di identità del comodante e del comodatario.

Se il contratto è scritto e registrato dà la possibilità di usufruire di particolari agevolazioni fiscali.

Infatti la base imponibile per l'IMU e la TASI a carico del proprietario del bene è ridotta del 50% per gli immobili concessi in comodato d’uso gratuito ai parenti entro il primo grado (cioè figli e genitori) che utilizzano la casa come abitazione principale (legge n. 208 del 28 dicembre 2015).

Condizione indispensabile per beneficiare di questo sconto è che l’immobile non sia classificato nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9.

Precisiamo che, a differenza di quanto accade per IMU e TASI, il pagamento della TARI spetta a chi usufruisce dell'abitazione, dal momento che l’importo del tributo relativo al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti si calcola in base ai mq della casa e al numero di persone che la abitano.

Se sei alle prese con la tua operazione immobiliare e vuoi al tuo fianco un professionista in grado di aiutarti a raggiungere il tuo obiettivo con serietà e competenza, contatta l'Agenzia Immobiliare Le Logge.

 

PS. RESTA INFORMATO SU TUTTE LE ULTIME NOVITÀ DAL MONDO IMMOBILIARE SEGUENDO IL NOSTRO BLOG.

Puoi farlo:

sulla nostra pagina FB

→su INSTAGRAM, dove ci trovi scrivendo Immobiliare_LeLogge

→ qui sul nostro sito internet WWW.IMMOBILIARELELOGGE.IT

A presto con un nuovo articolo!

DOTT. CLAUDIO TONAZZINI

AGENZIA IMMOBILIARE LE LOGGE