loader
   +39 3804316553    info@immobiliarelelogge.it    viale Trieste 13 Massa

Trasferimento di un immobile: cosa accade alle detrazioni fiscali?

Trasferimento di un immobile: cosa accade alle detrazioni fiscali?

Trasferimento di un immobile: cosa accade alle detrazioni fiscali?
07 Mar
Vendere casa

Cosa succede alle detrazioni fiscali per lavori di ristrutturazione se viene trasferita la proprietà dell’immobile? E in caso di donazione?

Scopriamo insieme come comportarsi.

Le detrazioni fiscali dei Bonus per la Casa sono strettamente legate all’immobile e non al soggetto che le richiede.

A confermarlo è la circolare n.7/E del 2018 dell’Agenzia delle Entrate, nella quale si specifica che chi decide di vendere, cedere o donare un immobile di proprietà perderà, se non diversamente specificato, la possibilità di continuare ad usufruire degli incentivi statali per la ristrutturazione edilizia e di qualsiasi altro bonus legato a quella casa.

Queste regole valgono non solo per il Bonus Ristrutturazioni, ma anche per tutte le altre agevolazioni relative alla manutenzione straordinaria e all’aumento dell’efficienza energetica dell’immobile.

Vediamo allora quali sono le possibili casistiche nelle quali le detrazioni fiscali vengono trasferite.

Detrazioni fiscali e vendita

Partiamo analizzando il caso più comune: quello della vendita di un immobile che in passato è stato oggetto di lavori e per il quale sono state richieste agevolazioni che risultano ancora in corso.

Infatti, come ben sappiamo, le detrazioni fiscali relative alla casa non sono fruibili nell’immediato, ma vengono ripartite in 3, 5 o 10 quote annuali di pari importo a seconda del Bonus in questione.

Questo significa che nel caso in cui la vendita avvenga quando ancora non sono state recuperate tutte le rate delle detrazioni fiscali, si dovranno conteggiare le quote annuali rimanenti, e sarà l’acquirente a beneficiarne.

L’agevolazione viene quindi trasferita automaticamente al nuovo proprietario al momento della vendita, salvo accordi differenti tra le parti che dovranno però essere indicati all’interno dell’atto definitivo.

Infatti, per lasciare al vecchio proprietario la possibilità di continuare ad usufruire delle agevolazioni, è necessario:

  • allegare al contratto di vendita la dichiarazione di non trasferimento,

oppure

  • raggiungere un accordo tramite scrittura privata autenticata da notaio.

C’è solo una situazione nella quale la detrazione fiscale non viene trasferita insieme all’immobile, cioè quando si acquista soltanto una quota di proprietà dell’immobile.

In questo caso particolare la detrazione non passerà all’acquirente ma rimarrà comunque in capo al precedente proprietario.

Detrazioni fiscali in caso di donazione, usufrutto e successione

Le regole non cambiano per quanto riguarda la donazione, l'usufrutto e la successione, perché anche qui le detrazioni fiscali seguono l’immobile.

Perciò, proprio come nella vendita, le quote rimanenti e non ancora fruite dal vecchio proprietario saranno trasferite direttamente a chi riceve l’immobile in donazione, al nudo proprietario o agli eredi.

Per saperne di più sui vari Bonus dedicati alla casa, dai un’occhiata agli altri articoli del nostro blog e per qualsiasi dubbio sul tuo progetto immobiliare contatta l'Agenzia Immobiliare Le Logge cliccando qui.

Ci trovi anche

→sulla nostra pagina FB

→su INSTAGRAM, dove ci trovi scrivendo Immobiliare_LeLogge

A presto con un nuovo articolo!

 

DOTT. CLAUDIO TONAZZINI

AGENZIA IMMOBILIARE LE LOGGE