loader
   +39 3804316553    info@immobiliarelelogge.it    viale Trieste 13 Massa

Comprare una seconda casa: quali sono i costi effettivi?

Comprare una seconda casa: quali sono i costi effettivi?

Comprare una seconda casa: quali sono i costi effettivi?
20 Jun
Acquistare casa

Quanto costa davvero investire in una seconda casa? Imposte, tasse e spese di mantenimento: facciamo i conti.

Gli italiani sognano una seconda casa, e questo non è certo un segreto.

Basti pensare che nel 2021 più di 180 mila transazioni immobiliari riguardavano proprio l’acquisto di una casa vacanze, con un aumento del 44% rispetto all’anno precedente.

Un trend positivo che ha continuato a verificarsi anche nel primo trimestre del 2022 e che non sembra intenzionato a cambiare rotta.

Difatti i lunghi periodi trascorsi in casa hanno permesso a molti di realizzare che è arrivato il momento di compiere il grande passo e comprare finalmente una seconda casa, da sfruttare con la propria famiglia per le vacanze, oppure da affittare.

Ma oltre al prezzo di acquisto dell’immobile, ci sono altri costi da considerare prima di prendere una decisione così importante. Vediamo quali.

Imposta di registro, ipotecaria e catastale

Tra le spese da sostenere già al momento dell’atto di compravendita troviamo le imposte, il cui ammontare varia in base a chi vende l’immobile:

  • se l’acquisto avviene da un privato, l’imposta di registro sarà pari al 9% del valore catastale della casa, mentre quella catastale e quella ipotecaria ammontano a 50 euro l’una;

  • se invece si acquista da un’impresa, l’imposta di registro, catastale e ipotecaria saranno di 200 euro ciascuna. A queste si dovrà poi aggiungere il pagamento dell’IVA pari al 10% del valore catastale (che sale al 22% per gli immobili di lusso appartenenti alle categorie catastali A/1, A/8 e A/9).

Tasse di mantenimento e altre spese

Ma per avere una panoramica completa di quelli che sono i costi effettivi da sostenere per l’acquisto di una seconda casa, è importante calcolare attentamente anche le tasse di mantenimento e le altre spese extra.

Il nuovo proprietario di casa dovrà infatti provvedere a versare annualmente:

  • l’IRPEF, ovvero l’Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche, da pagare in sede di dichiarazione dei redditi se è in atto un contratto di locazione. Viene calcolata sul totale dei canoni corrisposti dall’inquilino e dal 2016 è dovuta anche sugli immobili non locati se la seconda casa ricade nello stesso comune in cui si trova l’abitazione principale del proprietario;

  • l’IMU (Imposta Municipale Unica) che dal 2020 comprende al suo interno anche la TASI, il Tributo per i servizi indivisibili;

  • la TARI, la Tassa sui Rifiuti definita dai singoli comuni.

Inoltre, nel totale, si dovranno prendere in considerazione anche i costi del notaio, le spese relative ai consumi e al mantenimento della casa, così come eventuali spese di condominio.

Se stai pensando di comprare una seconda casa e vuoi essere certo di avere chiari tutti i costi connessi all’operazione senza tralasciare nulla, affidati a chi quotidianamente si occupa di acquisti e vendite immobiliari.

I professionisti dell’Agenzia Immobiliare Le Logge ti aiuteranno a realizzare il tuo progetto valutando la convenienza del tuo investimento.

Contattaci cliccando qui per avere maggiori informazioni o per trovare la seconda casa perfetta per te a Massa e dintorni!

 

DOTT. CLAUDIO TONAZZINI

AGENZIA IMMOBILIARE LE LOGGE