loader
   +39 3804316553    info@immobiliarelelogge.it    viale Trieste 13 Massa

I giovani e l'acquisto della prima casa: un mutuo, tante soluzioni!

I giovani e l'acquisto della prima casa: un mutuo, tante soluzioni!

I giovani e l'acquisto della prima casa: un mutuo, tante soluzioni!
22 Oct
Mutui e Finanziamenti

Cambiano i tempi, ma l'acquisto della casa rimane il sogno dei giovani e spesso il mutuo è lo strumento indispensabile per realizzarlo.

Ecco cosa sapere prima di rivolgersi ad una banca, sul Fondo di garanzia statale e sulle formule che possono agevolare i ragazzi che vogliono comprare la loro “prima casa”.

Le banche si modellano sulle esigenze dei giovani

Il precariato sempre più diffuso rende i giovani una delle categorie più penalizzate nell’accesso al credito.

Rendersi completamente indipendenti e acquistare un'abitazione è molto difficile, tanto che nella maggior parte dei casi i ragazzi sotto i 30 anni che desiderano lasciare il tetto dei genitori si vedono costretti a ripiegare sull'affitto.

Infatti la banca per erogare il mutuo richiede idonee garanzie reddituali e una situazione lavorativa stabile, cose che purtroppo il mercato del lavoro in questo momento non favorisce.

Tuttavia, in una situazione economica che conosciamo tutti, si stanno creando formule ed incentivi mirati per i giovani e coloro che non hanno il tanto ambito “contratto di lavoro a tempo indeterminato” (il più affidabile per le banche).

Ad esempio, ci sono istituti di credito che concedono mutui anche a chi ha un impiego saltuario o a tempo determinato, qualora dimostri di aver lavorato per 18 mesi continuativamente oppure per 18 mesi negli ultimi 2 anni.

Inoltre le nuove generazioni possono anche vedersi erogare un mutuo flessibile che va oltre i 30 anni, con la possibilità di accorciare la durata e rivedere le condizioni pattuite nel corso della vita del contratto, qualora si venisse a creare una situazione economica più favorevole.

E se a un certo punto il lavoro “traballa” e non si riesce a sostenere la rata?

Anche in questo caso le banche hanno predisposto alcune formule a vantaggio dei giovani; ad esempio, nel corso della vita del mutuo si possono sospendere  le rate fino a tre volte.

Inoltre la banca per concedere un mutuo con ipoteca sull'immobile potrebbe chiedere la garanzia di qualcun altro: il garante o fideiussore è la persona che si impegna ad intervenire in caso di mancato pagamento delle rate, costituendo quindi una garanzia personale.

Si tratta di un soggetto terzo che, con la sua firma, assicura alla banca l’adempimento delle obbligazioni, nel caso in cui il richiedente non sia più in grado di onorare il prestito.

Se il pagamento delle rate procede regolarmente, il garante non sarà chiamato ad intervenire per tutta la durata del contratto. Al contrario, se il mutuatario non farà fronte ai suoi obblighi, la banca potrà richiedere al garante le somme non rimborsate, fino all’importo massimo stabilito nel contratto stesso.

Bene, tutto quello che abbiamo detto fino a questo punto vale in linea generale per quanto riguarda le soluzioni offerte dalle banche. Tuttavia anche il Governo in questi mesi ha attuato nuove misure ad hoc per agevolare i più giovani nel loro progetto-casa.

Vediamo allora in cosa consiste il Fondo di garanzia sui mutui prima casa dedicato agli under 36.

Tra le formule specifiche nate negli ultimi anni per agevolare i giovani che vogliono acquistare un'abitazione c'è il Fondo per l'acquisto prima casa gestito dalla Consap.

È un aiuto molto interessante: un fondo di garanzia dello Stato, istituito nel 2013 che prevede la concessione di garanzie su mutui di massimo 250 mila euro per l’acquisto o per l’acquisto con interventi di ristrutturazione (a patto che ci sia un accrescimento dell’efficienza energetica) di immobili sul territorio nazionale da adibire ad abitazione principale del mutuatario.

Lo Stato stesso si fa garante per il 50% del capitale erogato con il finanziamento, permettendo di accendere un mutuo senza bisogno di ulteriori garanzie da parte di terzi e con particolari agevolazioni.

Cosa è cambiato col Decreto Sostegni bis?

Il Fondo di garanzia è stato da poco potenziato e rinnovato dal D.L. 25 maggio 2021 n. 73, “Misure urgenti connesse all’emergenza COVID-19, per le imprese, il lavoro, i giovani e i servizi territoriali” (c.d. “Decreto sostegni bis”), con cui sono state emanate nuove importanti disposizioni.

Come riportato sul sito Consap, la garanzia concedibile dal Fondo è elevata all’80% della quota capitale per tutti coloro che rientrano nelle categorie prioritarie (elencate di seguito) – con ISEE non superiore ai 40 mila euro annui – e che ottengono un mutuo superiore all’80% rispetto al prezzo d’acquisto dell’immobile, comprensivo di oneri accessori.

Elenco delle categorie prioritarie:

  • Coppia coniugata ovvero convivente more uxorio da almeno due anni, in cui almeno uno dei componenti non abbia superato i 35 anni.
  • Famiglia monogenitoriale con figli minori, il mutuo è richiesto da:
    • Persona singola non coniugata, né convivente con l’altro genitore di nessuno dei propri figli minori con sé conviventi;
    • Persona separata/divorziata ovvero vedova, convivente con almeno un proprio figlio minore
  • Giovani che non abbiano compiuto 36 anni.
  • Conduttori di alloggi di proprietà degli Istituti autonomi per le case popolari, o comunque denominati.

Inoltre, per tali categorie è previsto un tasso calmierato del finanziamento ovvero “il tasso effettivo globale (TEG) non può essere superiore al tasso effettivo globale medio (TEGM), pubblicato trimestralmente dal Ministero dell’economia e delle finanze ai sensi della legge 7 marzo 1996, n.108”.

Per coloro che, pur rispettando i requisiti di accesso al Fondo, hanno un ISEE superiore a 40 mila euro annui, la garanzia resta al 50% della quota capitale.

Se senti il forte il desiderio di avere una casa tutta tua, questo è il momento giusto per cercare l’immobile perfetto per te…

→ ma prima di impegnarti con la banca stipulando un contratto di mutuo, assicurati di scegliere la strada più semplice e conveniente.

Le opportunità di ottenere mutui a condizioni vantaggiose ci sono, basta saper individuare le migliori condizioni finanziarie offerte dal mercato e sfruttare tutte le misure statali.

Per l'acquisto della tua casa, l'Agenzia Immobiliare Le Logge saprà fornirti un'assistenza a 360° anche per quanto riguarda la ricerca dell'istituto di credito e del prodotto bancario perfetto per te.

Contattaci per maggiori informazioni!

Dott. Claudio Tonazzini

Agenzia Immobiliare le Logge 

 

PS. Se questo articolo ti è piaciuto o ti è stato d'aiuto, condividilo con i tuoi amici e non dimenticarti di seguire la nostra pagina FB per altri aggiornamenti e curiosità dal mondo immobiliare.

Ci trovi anche su INSTAGRAM→ Immobiliare_LeLogge e ovviamente sul nostro sito internet WWW.IMMOBILIARELELOGGE.IT